Punture di zanzare: morsi e rimedi contro le punture di zanzara

Punture di zanzare: morsi e rimedi contro le punture di zanzara

Punture di insetti: la più comune la puntura di zanzara

In estate se volete trascorrere del tempo nel vostro giardino, passare una serata all’aperto o godervi un tramonto è facile essere punti dalle zanzare. Le punture di zanzare sono abbastanza comuni nei mesi che vanno da maggio /giugno fino a settembre/ottobre. Si solito la puntura causa un gonfiore che dopo qualche giorno si attenua e sparisce. A volte si può avere un’infezione, le punture causano infatti un forte prurito e il fatto di grattarsi può infettare il ponfo causato dalla zanzara.

Morsi di zanzara: rischi per la salute

puntura zanzara tigre

puntura zanzara tigre

I rischi per la salute legati ai morsi di zanzara di questi insetti sono vari e di diversa entità. Si va dall’infezione causata dal prurito della puntura che può scomparire in pochi giorni a reazioni allergiche importanti e che durano diversi giorni, a malattie specifiche della pelle come ad esempio l’orticaria. Se si viene punti da zanzare infette, si può correre inoltre il rischio di contrarre una delle malattie tropicali.

Le malattie trasmesse dalla puntura di zanzara tigre e da altri tipi di zanzare sono numerose e sia uomini che animali possono esserne contagiati. Si dice che ci siano stati più morti nel mondo a causa di punture di zanzara che non per le guerre, per questo le zanzare sono ritenute una delle specie più pericolosa e insidiosa per la salute.

Vedi anche  Insetto mangiapane: come eliminarli?

Quasi 3 milioni di persone muoiono ogni anno nel mondo di malaria e moti altri contraggono la malattia, oltre alla malaria le zanzare sono responsabili di malattie debilitanti che possono mettere a seria prova l’organismo e le difese immunitarie come la febbre Dengue, la Chikungunya, la febbre gialla o trasmettere il pericoloso virus Zika.

Puntura zanzara tigre: sintomi e reazioni allergiche

In alcuni casi si può avere una reazione esagerata alla puntura dell’insetto con un’allergia cutanea importante. Questo è dovuto alla saliva delle zanzare quando pungono la utilizzano per rendere il sangue umano più fluido e per poterlo succhiare. La saliva delle zanzare contiene un agente patogeno che penetra nella cute e causa una reazione del nostro sistema immunitario che è appunto l’allergia. Vi sono vari gradi allergia, il gonfiore può durare da poche ore fino a reazioni cutanee più serie della durata di una decina di giorni; alcune volte la puntura genera un’orticaria diffusa su tutto l’arto interessato.

Le malattie tropicali portate dalle punture di insetti

Molte sono le malattie tropicali trasmesse da zanzare infette, in Italia la responsabile di queste patologie è la zanzara tigre che può provocare il contagio della Dengue, di un’altra malattia tropicale la Chikungunya e del virus Zika, tutte patologie appartenenti allo stesso gruppo.

La Chikungunya si trasmette attraverso una puntura di zanzara infetta, il contagio non può avvenire tramite contatto con un’altra persona. In Italia si trasmette soprattutto attraverso la pericolosa zanzara tigre conosciuta anche con il nome scientifico di Aedes albopictus ma anche tramite altre specie come la zanzara comune. I sintomi sono quelli di un’influenza molto aggressiva con febbre alta, forti dolori alle articolazioni, mal di testa, nausea, uno stato di debolezza e affaticamento generale molto insidioso. Entro qualche giorno dalla puntura i sintomi cominciano ad apparire. E’ una delle malattie tropicali che si risolve da sola, occorre però restare ben idratati durante tutto il decorso e contrastare l’indebolimento con l’assunzione di vitamine e ricostituenti. 

Vedi anche  Trappole per Zanzare

Un’altra malattia della stessa categoria è la Dengue che presenta sintomi simili, con dolori alle ossa molti forti, viene infatti anche chiamata la febbre rompi ossa con una grande debolezza generale. Per questa infezione e le altre malattie trasmesse dalla zanzara tigre è importante sempre mantenere le difese immunitarie alte per contrastare il virus.

ll virus Zika appartiene alla famiglia della Dengue ma i casi in Italia sono minimi e limitati a pazienti che si sono recati in zone con zanzare infette. Segnaliamo infine la malaria, una malattia con una grande facilità di contagio, l’infezione infatti viene trasmessa dalla zanzara, ma anche nel caso in cui una zanzara punga una persona malata, pungendo una seconda persona può trasmettere nuovamente l’infezione. In Italia non si registrano molti casi, si tratta soprattutto di una malattia tropicale che colpisce gli organi primi tra tutti il fegato.

In generale ricordiamo di adottare sempre misure preventive, comportamenti e abitudini per ridurre al minimo il rischio del contagio soprattutto se ci si trova in zone con zanzare infette. Indossare vestiti che coprano il più possibile braccia e gambe, fare particolare attenzione alle ore del tramonto e dell’alba, portare con se un repellente antizanzare, utilizzare le zanzariere e evitare ristagni di acqua.  Per una disinfestazione da zanzare vai alla pagina dell’approfondimento.

Tags: