Per poter effettuare un corretto e funzionale intervento di disinfestazione zanzare sarà necessario conoscerne le abitudini comportamentali, alimentari, proprio come per ogni altro tipo di infestante.

Aspetto e biologia delle zanzare

Richiedi una disinfestazione zanzare!Le zanzare sono degli insetti appartenenti all’ordine DIPTERA il quale comprende anche le mosche. La caratteristica che accomuna i ditteri è che  essi possiedono due ali, da cui dipende il nome dell’ordine, infatti il suffisso “di” in greco sta per due. Il regime alimentare di questi insetti si basa su una varietà molto grande di sostanze, dalle materie in decomposizione fino al nettare e al sangue.

L’ordine dei ditteri comprende circa 70.000 specie. Le zanzare, in particolare, fanno parte del sottordine dei NEMATOCERI, insetti accomunati da un corpo molto slanciato. Spesso i nematoceri hanno l’abitudine di riunirsi in sciami, di solito la sera si possono vedere danzare nuvole di questi insetti che si tuffano e si innalzano ripetutamente a pochi metri da terra. Questi sciami, prettamente formati da esemplari maschi, hanno la funzione di accoppiamento e servono per attirare le femmine che, non appena si avvicinano al gruppo, vengono allontanate.

La più importante famiglia di nematoceri è quella dei CULICIDAE, che comprende le zanzare. Questi insetti hanno un corpo esile con delle zampe lunghe. Di solito le venature e il bordo posteriore delle ali sono ricoperti da squamette. Le antenne dei maschi sono piumose  mentre le femmine hanno un apparato boccale a forma di proboscide pungitore-succhiatore che sporge davanti al capo. Solo le femmine dei culcidi, infatti, succhiano il sangue, i maschi si cibano esclusivamente di nettare e succhi vegetali. Le mandibole e le mascelle a forma di stiletto costituiscono il principale organo pungitore.

Le zanzare sono succhiatrici di sangue e sono responsabili della propagazione di numerose malattie come: la febbre gialla, la malaria e l’elefantiasi.  Le punture di zanzare  possono essere molto dolorose, provocare bolle e una forte infiammazione. Durante una puntura il labrum appuntito e l’ipofaringe penetrano nella ferita; il primo effettua il solco e dal secondo viene aspirato il sangue. La maggior parte delle femmine necessita di un pasto di sangue prima di poter deporre le uova fecondate; solo alcune specie riescono ad accontentarsi di un pasto di nettare e succhi vegetali.

Nelle nostre regioni esistono circa 40  specie di zanzare tra cui:

  • la zanzara comune Culex pipiens
  • la grande zanzara Theobaldia annulata con bande bianche e nere sulle zampe
  • la zanzara tigre Aedes albopictus

Classico habitat zanzara tigreLe anofeline sono un gruppo di zanzare capaci di veicolare la malaria, debellata in Italia in passato tramite un dura lotta antimalarica. Solo 4 specie di esse popolano l’Europa occidentale. La malaria è una malattia trasmissibile attraverso la puntura di una zanzara in quanto il parassita della malaria passa un periodo di sviluppo all’interno della zanzara fino a che raggiunge le ghiandole salivari da cui, durante il morso, effettua il passaggio nel sangue umano.

Gli stati larvali della zanzara comune sono acquatici in quanto le uova vengono deposte sulla superficie dell’acqua incollate tra loro fino a formare una zattera. Le larve di zanzare appena nate hanno un corpo peloso con un capo ben sviluppato in cui si intravedono gli occhi e un torace ben formato. Esse si muovono con movimenti a scatti e rimangono appena sotto la superficie dell’acqua.

La ninfa della zanzare è un organismo molto attivo, a forma di virgola, che respira tramite due cornetti respiratori dietro al capo.

La temibile zanzara tigre

La zanzara tigre, Aedes albopictus, è una specie storicamente adattata a foreste del Sud-Est asiatico attualmente considerata il più importante infestante urbano in molti paesi industrializzati.  Le specie finora scoperte sono circa 3200 in tutto il mondo, 70 soltanto in Italia. Anche se la zanzara tigre è uno degli esemplari che più fa parlare durante l’estate, riconoscibile a colpo d’occhio è diventata la coinquilina più temuta dalle mamme, la sua introduzione nel nostro paese è abbastanza recente.

Richiedi un intervento di disinfestazione zanzara tigreSi aggira intorno alla fine degli anni ’80 l’ingresso in Italia, in Francia è più recente 1999, in Corsica solo nel 2006. In pochi anni si può già parlare di infestazione di zanzare tanto che le amministrazioni locali hanno avuto necessità, per motivi di igiene e sanità pubblica, di avviare o potenziare le attività legate alla lotta alla zanzara tigre. Ma quali sono le cause principali di questo spostamento radicale? Dobbiamo considerare almeno 3 fattori fondamentali.

Primo: le zanzare, e in particolar modo la zanzara tigre, sono animali con un’alta capacità di adattamento. Esse vivono perfettamente in pianura e in montagna, al caldo e al freddo, al’Equatore come al Polo Nord. Sono insetti  cosmopoliti che dal punto di vista biologico rappresentano un importante anello nella catena alimentare. Le zanzare fanno parte della dieta di mammiferi, pesci, uccelli, anfibi, rettili ed altri insetti. Inoltre incarnano la funzione di biofiltro, in quanto le larve di zanzara si nutrono di batteri e alghe filtrando e trattenendo tali sostanze all’interno di laghi, fiumi e stagni.

Secondo: l’aumento della zanzara tigre in ambienti prima mai esplorati è da attribuirsi anche al repentino cambiamento climatico in atto. Negli ultimi 50 anni è stato misurato un aumento di 0,8°, di cui 0,4° solo negli ultimi 25 anni. Sembra poco ma questo innalzamento della temperatura ha causato effetti di portata inimmaginabile. Pensate all’introduzione di specie esotiche in ambienti temperati.

Terzo: la facilità del trasporto passivo delle uova in nuovi territori. La femmina della zanzara tigre svolge la sua attività trofica durante le ore diurne e soprattutto all’aperto. Una volta aver deposto le numerose uova sulla superficie dell’acqua, agenti esterni come vento, correnti acquatiche e altri organismi, promuovono lo spostamento delle uova. Questo spiega la facilità con cui la zanzara tigre riesce a colonizzare nuovi territori.

Le malattie che trasmette la zanzara tigre

Una puntura di zanzara

La zanzara tigre, come le altre specie, è la responsabile di numerose malattie trasmissibili all’uomo. ll rischio sanitario dovuto ad un’infestazione di zanzare sta crescendo sensibilmente. Recenti casi di malattie virali come Chikungunya (in Emilia Romagna), Usutu e Febbre del Nilo in Italia e in altri paesi europei hanno allarmato le autorità. Il caso autoctono di Dengue in Francia e le 11 segnalazioni del 2010 nel nord Italia.

Diversi fattori concomitanti possono aumentare il rischio di contaminazione per l’uomo e gli animali tra cui la massiccia presenza di zanzare, e le numerose specie di uccelli migratori o stanziali presenti nelle arre umide che costituiscono componenti rilevanti nella diffusione di criticità sanitaria.

Anche se non è possibile evitare la puntura di una zanzara tigre o definire con precisione la probabilità di un’epidemia e l’area di diffusione di un’infestazione di zanzare, possono essere messe in atto strategie per fronteggiare la situazione emergente. Quali?

Lotta alle zanzare

Nella lotta alla zanzare tigre, come per le altre zanzare, è di fondamentale importanza la fase di MONITORAGGIO. Attraverso monitoraggi con diversi metodi di campionamento si può definire la presenza e la densità della zanzara tigre e della zanzara comune in una determinata zona. Tra i metodi di campionamento ci possono essere:

  • cattura di alate
  • conta di focolai larvali
  • valutazione di densità di stadi immaturi
  • monitoraggio con ovitrappole

Su quest’ultimo metodo è bene soffermarsi maggiormente dato che è stato adottato per la prima volta nel 1965 è ritenuto efficace rispetto ad altri. Il monitoraggio con ovitrappole è anche il metodo di sorveglianza prediletto in Italia e Francia per la lotta alla zanzara tigre. Se desiderate maggiori informazioni e prezzi potete richiederci un preventivo gratuito e senza impegno per una disinfestazione zanzara comune e zanzara tigre.

Gli interventi anti zanzara vanno pianificati e programmati a livello locale e richiedono, per raggiungere i risultati prefissati, una competenza pluri-professionale. Grazie all’esperienza ottenuta a livello nazionale siamo in grado di aggiudicarci attività di sanità pubblica e privata nel settore della disinfestazione da zanzare; possiamo ben dire che, nel combattere la zanzara tigre, abbiamo raggiunto i risultati auspicati.

Gli interventi di disinfestazione zanzare in giardino e in altri locali soggetti ad infestazione possono essere diretti su due fronti:

  • i trattamenti anti larvali
  • la lotta adulticida

Durante la ricerca di nuove strategie di lotta alla zanzara tigre la nostra ditta effettua da anni i trattamenti antilarvali partendo dall’applicazione di prodotto insetticida antilarvale dentro le tombinature stradali. I nostri servizi sono trasparenti ed hanno come denominatore comune la tutela dei cittadini . È possibile ottenere dati tangibili sui risultati ottenuti sia durante che al termine di un trattamento antizanzare.

Per quanto riguarda la lotta adulticida i prodotti per zanzare che possono esser usati devono basarsi sul principio attivo della classe dei piretroidi. Numerose molecole di altre classi chimiche sono ultimamente uscite dal mercato. Si presta sempre maggiore attenzione all’impatto ambientale prodotto dopo un intervento di disinfestazione. I trattamenti insetticidi con prodotti antizanzare dovranno utilizzare quantità ridotte di principio attivo, senza però perdere efficacia con l’obiettivo di proteggersi dalle zanzare.

Per raggiungere risultati concreti in un trattamento zanzare su esemplari adulti occorre prestare attenzione a:

  • intervenire sui luoghi di riproduzione
  • ottenere il massimo risultato con il minimo contenuto di principio attivo
  • applicare il formulato in modo da massimizzare i risultati (nebulizzazione del prodotto)
  • ottenere il massimo dalle risorse tecniche disponibili

Al fine di raggiungere i suddetti risultati il nostro personale è adeguatamente e periodicamente formato. Per qualunque altra informazione come sulle tecniche di disinfestazione biologica zanzare, ultrasuoni per zanzare, trappole per zanzare tigre, o per tutti i prodotti contro le zanzare non esitare a contattarci!

Come allontanare le zanzare?

Vi chiederete: come combattere le zanzare? E nello specifico: come combattere la zanzara tigre da se, ancor prima di chiamare una ditta specializzata per la disinfestazione zanzare?

In commercio potrete trovare diversi sistemi antizanzare, dal classico disinfestante zanzare (spray zanzare, insetticida zanzare etc.) ai prodotti moderni scaccia zanzare come il nuovo braccialetto antizanzare, fino ai rimedi naturali contro le zanzare. Occorre prestare particolare attenzione nell’erogazione dei vari prodotti anti zanzare rispettando alla lettera le indicazioni riportate sula confezione, sia per quanto riguarda le modalità di applicazione che per quanto riguarda tempi e quantità.

Tuttavia ultimamente si sta dando peso maggiore a tutti i  rimedi contro le zanzare che non implichino l’uso di prodotti chimici dannosi, anche se in bassa percentuale.

Zanzare: rimedi naturali

Tra i rimedi naturali zanzare potete trovare diverse idee pratiche ed efficaci. Dalla tradizionale citronella zanzare che potete trovare sia come pianta che sotto forma di prodotti preconfezionati (candele, torce, olii) alle piante anti zanzare che potete trovare facilmente in commercio.

La citronella è, tra le piante antizanzare, quella maggiormente usata dato che il suo caratteristico odore inibisce quello attrattivo della nostra pelle rendendone difficile la localizzazione. Quando acquistate una pianta di citronella sinceratevi che si trattai di Cymbopogon Nardus o Cymbopogon Winterianus, con capacità repellente superiore.

Elenco di rimedi naturali contro le zanzare

Tutti i rimedi naturali contro le zanzare

Esistono altre piante anti zanzara molto efficaci, come la Monarda (Monarda Punctata) una pianta delle Lamiaceae che emana un odore simile all’incenso che  in grado di confondere le zanzare, o la Calendula (Calendula Officinalis) una pianta con un fiore colorato molto bello che sprigiona un odore intenso non gradito alle zanzare.

Anche l’Agerato (Agetatum Houstonianum) con la presenza della cumarina permette di creare una potente barriera contro le zanzare. Infine anche l’Erba Gatta (Nepeta Cataria) è stata definita un’efficace repellente naturale anche direttamente a contatto con il corpo.

Esistono numerose piante che allontanano le zanzare che unite a delle semplici accortezze di quotidiana routine possono contribuire a difendersi dalle zanzare. Prestate attenzione a:

  • pulire accuratamente zone esterne della casa
  • non lasciare in nessun modo ristagni d’acqua dentro e fuori la vostra abitazione
  • usare zanzariere in tutta casa come zanzariera porta finestra e, soprattutto d’estate, la zanzariera da letto

 

Il problema delle zanzare in casa ti preoccupa? Richiedici come eliminare le zanzare saremo subito da te per un sopralluogo gratuito e ti indicheremo il metodo più adatto per te!
Summary
Disinfestazione Zanzare - Disinfestazioni.co
Service Type
Disinfestazione Zanzare - Disinfestazioni.co
Provider Name
Disinfestazioni.co, Telephone No.800 984 755
Description
Stai cercando un intervento di disinfestazione zanzare e zanzara tigre? Rivolgiti a dei professionisti nel campo delle disinfestazioni e scopri tutti i metodi di lotta contro questi fastidiosi infestanti. Chiama e chiedi un preventivo gratuito e senza impegno!