Rimedi naturali contro le zanzare: antizanzare fai da te Nessuna valutazione ancora

Richiedi un intervento di disinfestazione zanzara tigre

Se desiderate trascorrere una giornata in relax nel vostro giardino o godervi un aperitivo in terrazza ed evitare fastidiose punture di zanzare è utile conoscere una serie di rimedi naturali contro le zanzare. Ecco alcuni consigli su come preparare facili repellenti antizanzara naturali da utilizzare specialmente nei mesi estivi quando diventano più numerose e aggressive.

Rimedi contro le zanzare più diffuse in Italia

In Italia esistono vari tipi di zanzare le più diffuse sono la Zanzara Comune diffusa soprattutto in estate a partire dall’inizio di giugno fino a settembre o ottobre e la Aedes Caspius che appare in seguito a forti temporali o alluvioni estive e quando aumenta il livello di acqua di ristagno.

Una delle più conosciute e temute è la famigerata Zanzara Tigre, una specie asiatica giunta nel nostro paese nel 1990 attraverso l’acqua stagnante che si trovava all’interno dei copertoni delle auto: habitat naturale della specie.

Zanzare: rimedi e abitudini

Sono solamente le femmine che attaccano e pungono uomini e animali perché hanno bisogno per la riproduzione delle proteine del sangue; generalmente le zanzare vivono in prossimità di spazi verdi, alberi, piante e nei prati incolti con l’erba alta. Dopo aver succhiato il sangue le femmine depongono le uova, ogni zanzara depone tra le 40 e le 80 uova per questo si riproducono facilmente e sono sempre numerose.

Pungono soprattutto al tramonto, alle prime ore della notte e all’alba. Le uova vengono deposte sopra il livello dell’acqua per un tempo che va dai 4 ai 14 giorni, quindi se lasciamo acqua stagnante per un minimo di 4 giorni questa aiuterà il ciclo riproduttivo delle zanzare attirandone sempre di più.

Come difendersi con dei rimedi antizanzare  fai da te?

piante antizanzara

piante antizanzara

Per evitare punture e gonfiori occorre mettere in atto una serie di misure preventive e preparare rimedi antizanzara naturali semplici ma efficaci per liberarsi definitivamente da queste fastidiose creature.

Le zanzare sono attirate dai colori scuri mentre non riescono bene a distinguere i colori chiari ei il bianco, vi consigliamo quindi di vestirvi con colori chiari; pungono l’uomo anche di notte perché riconoscono la nostra presenza dal calore del corpo e dall’anidride carbonica che rilasciamo durante la respirazione, quando sudiamo infatti siamo più soggetti ad attirarle.

Uno dei rimedi contro le zanzare più efficace è quello di evitare i ristagni di acqua e tenere puliti tubi ei canali di scolo nei giardini e terrazzi, non lasciare l’acqua stagnare nei sottovasi o nei punti di raccolta dell’acqua.

Piante contro le zanzare

Oltre a queste utili raccomandazioni vi consigliamo di approntare dei preparati antizanzara naturali. Innanzitutto occorre piantare nei nostri giardini o terrazzi una pianta contro le zanzare repellenti naturali che potranno fungere anche come base per la preparazione di rimedi naturali contro le zanzare. Prima di tutto

  • la citronella
  • tutte le specie a base di limone,
  • il geranio,
  • l’eucalipto,
  • il rosmarino,
  • la menta,
  • la lavanda,
  • i chiodi di garofano,
  • la calendula e
  • l’assenzio romano.

Piantatene il più possibile, più se ne hanno meglio è; molte di queste sono coltivazioni mediterranee che cresceranno senza problemi. Create un pot-pourri con queste erbe, fatele seccare e sistematele in un vasetto in vari punti del terrazzo o del vostro giardino.

Un altro efficace rimedio naturale contro le zanzare sono gli oli essenziali , acquistate degli oli essenziali alle erbe che abbiamo citato prima spruzzatene qualche goccia sopra i vostri vestiti, in questo modo avrete un potente rimedio naturale senza che la vostra pelle venga a contatto.

Preparate un repellente naturale con le vostre erbe, prendete un bicchiere o recipiente in vetro, pulitelo con dell’alcol, mettete le erbe nel barattolo, lemon grass, rosmarino, lavanda, menta, eucalipto, assenzio romano, ricopritele con dell’alcol fino a riempire a metà. Coprite con un tappo e lasciate riposare in un luogo assolato per circa due settimane. Trasferite quindi il composto in una bottiglietta a spray, prima di utilizzarlo agitate bene, potrete utilizzarlo sulla pelle o spargerlo nell’ambiente per la disinfestazione dei vostri spazi verdi. Potrete fare lo stesso con gli oli essenziali mettendo cinque gocce circa di ciascuna erba e 10 gocce di olio essenziale alla citronella, riempite d’alcol fino a 3/4 della bottiglia, aggiungete acqua distillata e il rimedio fai da te è pronto.

Lascia una valutazione!

Punture di zanzare: morsi e rimedi contro le punture di zanzara Nessuna valutazione ancora

puntura zanzara tigre

Punture di insetti: la più comune la puntura di zanzara

In estate se volete trascorrere del tempo nel vostro giardino, passare una serata all’aperto o godervi un tramonto è facile essere punti dalle zanzare. Le punture di zanzare sono abbastanza comuni nei mesi che vanno da maggio /giugno fino a settembre/ottobre. Si solito la puntura causa un gonfiore che dopo qualche giorno si attenua e sparisce. A volte si può avere un’infezione, le punture causano infatti un forte prurito e il fatto di grattarsi può infettare il ponfo causato dalla zanzara.

Morsi di zanzara: rischi per la salute

puntura zanzara tigre

puntura zanzara tigre

I rischi per la salute legati ai morsi di zanzara di questi insetti sono vari e di diversa entità. Si va dall’infezione causata dal prurito della puntura che può scomparire in pochi giorni a reazioni allergiche importanti e che durano diversi giorni, a malattie specifiche della pelle come ad esempio l’orticaria. Se si viene punti da zanzare infette, si può correre inoltre il rischio di contrarre una delle malattie tropicali.

Le malattie trasmesse dalla puntura di zanzara tigre e da altri tipi di zanzare sono numerose e sia uomini che animali possono esserne contagiati. Si dice che ci siano stati più morti nel mondo a causa di punture di zanzara che non per le guerre, per questo le zanzare sono ritenute una delle specie più pericolosa e insidiosa per la salute.

Quasi 3 milioni di persone muoiono ogni anno nel mondo di malaria e moti altri contraggono la malattia, oltre alla malaria le zanzare sono responsabili di malattie debilitanti che possono mettere a seria prova l’organismo e le difese immunitarie come la febbre Dengue, la Chikungunya, la febbre gialla o trasmettere il pericoloso virus Zika.

Puntura zanzara tigre: sintomi e reazioni allergiche

In alcuni casi si può avere una reazione esagerata alla puntura dell’insetto con un’allergia cutanea importante. Questo è dovuto alla saliva delle zanzare quando pungono la utilizzano per rendere il sangue umano più fluido e per poterlo succhiare. La saliva delle zanzare contiene un agente patogeno che penetra nella cute e causa una reazione del nostro sistema immunitario che è appunto l’allergia. Vi sono vari gradi allergia, il gonfiore può durare da poche ore fino a reazioni cutanee più serie della durata di una decina di giorni; alcune volte la puntura genera un’orticaria diffusa su tutto l’arto interessato.

Le malattie tropicali portate dalle punture di insetti

Molte sono le malattie tropicali trasmesse da zanzare infette, in Italia la responsabile di queste patologie è la zanzara tigre che può provocare il contagio della Dengue, di un’altra malattia tropicale la Chikungunya e del virus Zika, tutte patologie appartenenti allo stesso gruppo.

La Chikungunya si trasmette attraverso una puntura di zanzara infetta, il contagio non può avvenire tramite contatto con un’altra persona. In Italia si trasmette soprattutto attraverso la pericolosa zanzara tigre conosciuta anche con il nome scientifico di Aedes albopictus ma anche tramite altre specie come la zanzara comune. I sintomi sono quelli di un’influenza molto aggressiva con febbre alta, forti dolori alle articolazioni, mal di testa, nausea, uno stato di debolezza e affaticamento generale molto insidioso. Entro qualche giorno dalla puntura i sintomi cominciano ad apparire. E’ una delle malattie tropicali che si risolve da sola, occorre però restare ben idratati durante tutto il decorso e contrastare l’indebolimento con l’assunzione di vitamine e ricostituenti. 

Un’altra malattia della stessa categoria è la Dengue che presenta sintomi simili, con dolori alle ossa molti forti, viene infatti anche chiamata la febbre rompi ossa con una grande debolezza generale. Per questa infezione e le altre malattie trasmesse dalla zanzara tigre è importante sempre mantenere le difese immunitarie alte per contrastare il virus.

ll virus Zika appartiene alla famiglia della Dengue ma i casi in Italia sono minimi e limitati a pazienti che si sono recati in zone con zanzare infette. Segnaliamo infine la malaria, una malattia con una grande facilità di contagio, l’infezione infatti viene trasmessa dalla zanzara, ma anche nel caso in cui una zanzara punga una persona malata, pungendo una seconda persona può trasmettere nuovamente l’infezione. In Italia non si registrano molti casi, si tratta soprattutto di una malattia tropicale che colpisce gli organi primi tra tutti il fegato.

In generale ricordiamo di adottare sempre misure preventive, comportamenti e abitudini per ridurre al minimo il rischio del contagio soprattutto se ci si trova in zone con zanzare infette. Indossare vestiti che coprano il più possibile braccia e gambe, fare particolare attenzione alle ore del tramonto e dell’alba, portare con se un repellente antizanzare, utilizzare le zanzariere e evitare ristagni di acqua.  Per una disinfestazione da zanzare vai alla pagina dell’approfondimento.

Lascia una valutazione!

 
 
CHIAMA SUBITO 800593874
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

800593874